La carta che resta in fondo al mazzo

L’intero mazzo dei nostri Tarocchi rappresenta un grande puzzle frammentato che, se ricostruito con una certa tecnica, sà prendere forma e vita per illuminarci.

Quando mescoliamo il mazzo ponendo a voce alta, o nella nostra mente, la domanda alla quale desideriamo una risposta o un indicazione d’aiuto, stiamo letteralmente riframmentando tutto creando un vero e proprio caos personale.

Esattamente secondo questo caos prende forma il nostro responso facendo emergere per prime le lame che saranno in grado di aiutarci.

Per logica, se le prime carte riportano alla luce qualcosa, cosa nasconde l’ultima carta del mazzo? Quella che nessuno và mai a guardare. La sfortunata che è rimasta la prima ad essere tagliata ed è andata a fine per ultima.

Ecco quindi che l’ultima carta và a rappresentare, per contrapposizione, la nostra natura più oscura o che fatichiamo a rivelare o ad accettare relativamente alla domanda posta.

Certamente non è obbligatorio andare ad analizzarla ma credo possa rappresentare un altro punto che, se osservato, non può che farci avanzare di un passo e rendere il tiraggio più completo.

-Isy

_____________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, fammelo sapere con un “mi piace” o un commento e condividilo con i tuoi amici su Facebook. Grazie 🙂

https://i.pinimg.com/originals/f5/b5/f8/f5b5f8d2b6c613d1b44810636ba38f45.jpgSeguimi anche su Instagram: @il_sasso_della_strega

 

Una risposta a "La carta che resta in fondo al mazzo"

Add yours

Rispondi a La strega spritzettara Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: