La nostra cultura ci vuole Eva, non Lilith.

Argomento delicato, me ne rendo conto.

In concomitanza alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne, celebrata ieri, volevo proporre questa riflessione che ha lo scopo di provare ad aprire gli occhi.

Cercherò di affrontare l’argomento in maniera distaccata e diplomatica, senza schierarmi da una parte o l’altra.

Ma partiamo da chi sia Lilith, perché Eva possiamo dire di conoscerla tutti. A differenza di quest’ultima, di Lilith ne sono state offuscate le tracce dai libri sacri. Qualcuno ha chiaramente giocato sporco… Ah, già… Non mi dovevo schierare! 😆

Lilith è la prima moglie di Adamo di cui possiamo cogliere la presenza all’interno della Genesi nella Bibbia, testo che sia cristiani che ebrei condividono.

Vi riporto direttamente i due versetti incriminati:

… Creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò….

Ed ecco la creazione di un Adamo androgino. No? Rileggete attentamente!

Adamo contiene sia un archetipo maschile che uno femminile, in questo momento rappresenta la perfezione ma ecco che gli manca qualcosa, si sente solo, e quindi si scinde presentandoci Lilith la quale vuole essere riconosciuta come Donna e non come femmina.

Lei rappresenta ciò che tutt’oggi alla nostra cultura fa paura: una Donna con le idee chiare, che sà ciò che vuole, che trasuda sensualità da tutti i pori.

Ad Adamo, spaventato sia da Lilith che dalla possibile collera di Dio, non sta bene questa sua voglia di parità. Persino durante l’atto sessuale la obbliga a stare sotto ma lei non accetta ulteriori sottomissioni e si ribella a lui e a Dio.

Ella diviene presto la “Instrumentus Diaboli” per la Chiesa tanto da farla demonizzare. Non viene cacciata! Se ne va via lei, verso le sponde del Mar Rosso. Che intraprendenza!

Quando un uomo è spaventato, punisce.

Ed ecco che Lilith diviene per contro anche il simbolo dell’energia femminile repressa.

A comprova che lei sia davvero esistita ecco il passo successivo in cui prende vita Eva.

QUESTA VOLTA è osso delle mie ossa.

Questa volta! Eh, si.. Con Lilith non sei riuscito a fare l’uomo ed ad accettare la parità d’anima e fisica quindi perché non pestare i piedi a paparino e farti dare una nuova femmina?

Questa volta è parte di lui, quindi Eva DEVE ubbidirgli. Sempre. Stare sottomessa. Fare ciò che lui vuole e ciò che Dio vuole.

La figura di Eva diventa ben presto quella che piace al mondo. La Eva che abbassa la testa, si azzittisce, che non provoca sessualmente Adamo per il piacere di farlo.

Quante volte, lungo il corso della storia, la figura di Donna ha subíto dure accuse? Quante donne innocenti sono state uccise dall’Inquisizione? Quante donne vengono uccise ancora tutt’oggi perché decidono di ribellarsi? Di lasciare l’uomo che non amano più? Di voltare pagina?

Quante altre innocenti dovranno ancora rimetterci della propria vita perché l’Adamo moderno non è in grado di elaborare la parità sessuale, di scelte e di intelletto?

Non lasciate che soffochino la Lilith dentro di voi, amiche mie.

Siate indipendenti, siate forti, siate Donne.

Un abbraccio a tutte,

Isy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: