Vita da cartomante: e tu che cliente sei?

Alcune sono state delle meteore, con altre ho dovuto mantenere la calma ed altre ancora col tempo sono diventate persone fidate e che mi capita di sentire anche al di fuori del rapporto consultante/cartomante. Sto parlando delle persone che almeno una volta mi hanno contattata per una lettura.

Prima di imbattervi in questa SPIRITOSA lettura, vi consiglio di andarvi a leggere il significato della parola IRONIA. 😉

PAROLE CHIAVE PER LA LETTURA: farsi due risate, saper ironizzare.

L’analfabeta: l’analfabeta si trova alla base della catena alimentare. Non ha un’età che lo possa definire anche se la maggioranza della specie ha tra i cinquanta e i sessant’anni. Casi clinici ed accertati riportano che ci siano soggetti anche d’età molto inferiore. È il buongiornissimo kaffè dei consulti, quello che non usa le H, non sa cosa siano punti e virgole ed abbrevia tutto in una richiesta che alla fine pare in lingua ostrogota.

Ciao o bisonio la mia compagna non mi scrive piu cosa legi carte gratis

Chi scrive non muore mai: La piaga del 'buongiornissimo kaffèèèè'...

Il maleducato: il maleducato è il classico leone da tastiera che poi nella vita non sa nemmeno allacciarsi le scarpe da solo. Si contraddistingue per la sua spiccata gentilezza ed i suoi ringraziamenti sempre presenti ad ogni frase.

Voglio una lettura. Voglio sapere se lei torna con me.

Il furbetto: il furbetto si eleva già di più sulla scala sociale rispetto ai due precedenti. È convinto di essere furbo e sostanzialmente crede invece che il cartomante sia un emerito scemo. Solitamente danno il meglio di sé al momento del pagamento cercando di scroccarti il consulto dicendo di aver già pagato.

Ti ho mandato il pagamento. Controlla meglio perché io lo vedo.

Il primitivo: il primitivo vive ancora nella Preistoria. Ha un PC ed un account Facebook ma dice di non avere un indirizzo mail. Vorrebbe un consulto ma non sa come pagarti. Non conosce PayPal ed i suoi vantaggi. Inutile anche spiegargli come fare a crearsi un account. Dopo aver comunque tentato di spiegargli come fare per gentilezza, il soggetto si demoralizza e ti saluta. Un classico “è intelligente ma non si applica!”

Dai, lasciamo perdere. Grazie lo stesso!

Il diffidente: il diffidente è colui che crede che il cartomante sia un truffatore e che pensa che una volta che ha mandato i soldi non riceverà mai un consulto. Sebbene tu abbia più piattaforme sulle quale può leggere le recensioni ed i feedback che ti hanno lasciato altri, lui continua a non fidarsi.

Ma sei una cartomante affidabile davvero? Non è che mi prendi in giro?

Il gratuito: coloro che contattano un cartomante sono per l’80% dei gratuiti cioè coloro che, sebbene tu abbia scritto e messo già in chiaro che non effettui letture gratis, loro continueranno imperterriti a chiederti se fai la prima domanda conoscitiva.

Ciao fai gratuita?

L’affezionato: l’affezionato è colui che ogni 2 secondi ti dice che la sua precedente cartomante gli aveva detto che… Qualsiasi cosa gli dici o tenti di spiegargli non ti ascolterà perché è rimasto affezionato alla precedente signora dei Tarocchi. (ma allora che cazz vuoi da me??)

E ma sei sicura perché Cecilia, quella che mi leggeva le carte prima di te, mi aveva detto che…

Il vado e non torno più: questa tipologia è come quel film in cui il marito dice alla moglie che esce a comprare le sigarette ma che alla fine non rientra più a casa. Il vado e non torno più è colui che, dopo avergli spiegato come effettui le letture, ti dice che andrà in posta o dal tabaccaio il giorno successivo per mandarti il pagamento ma alla fine non si farà più sentire. Questa tipologia di solito opta per la ricarica Postepay.

Domani mattina passo dal tabacchino prima di andare al lavoro e poi ti mando la foto della ricevuta ciao

Il finto tonto: il finto tonto credo sia uno dei peggiori, assieme al maleducato. Inizialmente pare intelligente, capisce come lavori e tu gli dedichi tempo volentieri perché ha tutti i requisiti per diventare un buon cliente. Poi all’improvviso si perde e si trasforma o in gratuito dicendoti che non aveva capito che doveva pagarti oppure in maleducato rispondendoti che non vede perché dovrebbe pagarti per girare due cartacce.

Ah ma lo fai a pagamento? Capisco!

Lo scroccone: sotto la figura dello scroccone si cela l’amico, o meglio, il conoscente, che si approccia chiedendoti come stai per poi cercarti una lettura gratis perché siete amici. Anche se non vi sentite da tempo, per lui la vostra amicizia è rimasta forte e per tanto pensa che gli sia sempre riservata una lettura gratis. (NB. mi è capitato di fare letture in amicizia senza chiedere nulla in cambio ma ehi, se te ne approfitti sei una cacchina!)

Ahah ti ricordi quella volta del bacardi? Senti tesoro maaaa….hai tempo di leggermi una cosa che sono indecisa?

Il disperato: il disperato è quello che passa in rassegna ogni cartomante per vedere se riesce a racimolare una risposta gratuita anche se breve. Solitamente finge di essere senza lavoro o di avere problemi seri in modo da fare pena al cartomante. Spesso dice di non avere soldi e che vuole solo una risposta. Fa leva sulla bontà del cartomante molto spesso ingannandolo molto abilmente.

Ti prego mi leggi se mi ama ancora. Non ho soldi per pagarti. Come facciamo?

Il nazi : il nazi, o nazista, è colui che pretende tutto e subito. Vuole che gli leggi le carte anche se sono le 3 di notte, se sei stanca come una tro** e non hai energie per divinare. Questa tipologia non ha il men che minimo rispetto per chi sei e ciò che fai. È spesso egoista e non utilizza ringraziamenti.

Io ti pago ma tu me le devi leggere adesso, subito però.

Il nazi

Lo stolker: questa tipologia si riconosce sempre dopo le letture. È colui che ti martella di domande dopo perché non ha capito nulla, perché gli vengono dubbi giorni dopo la lettura o perché si è dimenticato un particolare e vuole sapere se quel dato avrebbe cambiato il responso.

Senti mi è tornato in mente che l’altro giorno mi ha messo like alla stories e io non l’ho ricambiato nella sua. Non è che cambia la lettura così?

Il miscredente: è quella tipologia capace di far incazzare anche il più santo dei santi in cielo. Si fa leggere le carte ma resta col sospetto e con l’idea che i Tarocchi sono solo delle carte da gioco e che come tali non hanno nessun valore. (piccolo spoiler: i Tarocchi non danno risposte utili a chi non si fida di loro.)

Grazie per la lettura ma non è ci credo poi molto io a queste cose qui….

Il pervertito: il pervertito è una tipologia che si ha piacere di conoscere durante i consulti vis a vis. È spesso una brava persona ma ha un brutto difetto: quello di toccare il tuo mazzo di Tarocchi anche se poco prima avevi chiesto di non farlo. È più forte di lui e dovrà metterci le mani sopra, a volte anche prendendo in mano la carta che lo incuriosisce. (NB. non tutti i cartomanti amano che si tocchi il loro mazzo!)

Daiiii ma guarda che bel dettaglio quella luna crescente.

L’interior designer: altro soggetto che è possibile incontrare e conoscere solamente nei consulti di persona. È spesso molto attento alla sua forma fisica, a volte germofobico ed è spesso maniaco della pulizia. Durante la lettura è più attento ai granelli di polvere sul tuo mobiletto che a ciò che gli stai spiegando.

Ah, sì, mm mm già …(parole a caso mentre controlla se il quadro è appeso dritto)

Il cliente onesto: l’onesto è la tipologia di cliente che rende un cartomante felice di ciò che fa. È colui che chiede in anticipo come si svolge un consulto e a quanto ammonta il pagamento perché sa che il cartomante spende tempo ed energie per lui e quindi è corretto pagarlo per il suo lavoro. L’onesto è colui che ti paga e ti manda la copia della ricevuta. Che ascolta la tua lettura ed i consigli delle carte con attenzione, ne capisce e ne trae insegnamento ed alla fine ti ringrazia lasciandoti anche una recensione di feedback sulla piattaforma preferita.

Il cliente fedele: il cliente fedele è al vertice della piramide dei clienti. Ha privilegi personali e personalizzati perché ha te come unico cartomante di fiducia ed è solito riferirsi a te ogni volta che ha bisogno. È l’unica tipologia che può permettersi di pagare anche DOPO il consulto perché ormai il cartomante lo conosce talmente bene da potersi fidare di lui.

______________________________________________________________________________

Ciò che accomuna tanti personaggi è il discorso pagamento e quindi vorrei fare una considerazione ed una riflessione. Ci sono cartomanti che effettuano letture gratuite e c’è chi non lo fa o chi fa un po e un po.

Il cartomante vi sta dedicando tempo ed energie e non è lo schiavo veggente di nessuno. Un servizio serio è giusto che venga pagato.

Quando vi affidate ad un professionista, che sia un parrucchiere o un avvocato o qualsiasi altro lavoro, chiedete se la prima seduta ve la fa gratis forse?

“Ho bisogno di tagliare i capelli ma è la prima volta che vengo nel tuo negozio. Me li fai gratis?”

Non si è mai sentito vero? Già! E allora perché dovrebbe essere una cosa ovvia per un cartomante che ha trascorso ore ed ore a studiare e tempo e soldi per frequentare corsi? Non c’è nulla di peggio che essere sfruttati.

-Isy

4 risposte a "Vita da cartomante: e tu che cliente sei?"

Add yours

  1. E niente, ho riso un sacco ahahahahaha!
    Bellissimo modo per affrontare il tema con ironia. Un altro fattore che spesso accomuna il pagamento e i clienti è il fatto di pensare che chi non si fa pagare sia più bravo a consultare di chi invece chiede un compenso. Ho scritto anche io un articolo in merito.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: